Crea sito

Anime e ghiaccio – Francesco Baldini

Anime e ghiaccio

Anime e ghiaccio
mi trasparono dagli occhi
sta cascando il mondo
ma adesso non piango

Devo essere forte,
mostrare un sorriso
che vada oltre la sorte.

Poi quella vocina, 
roca, 
quasi inesistente,
mi chiama,
“dottore!
quando posso uscire?
quando tornerò  giocare a pallone?”
D’improvviso,
un tumulto di gola mi lacera l’aria
e come un primario lamento
vorrei iniziare ad urlare,
spaccare tutto.

Non posso farlo,
questa è la mia missione,
quegli occhi però 
così ricchi di linfa vitale,
mi guardano
come il cielo con l’acqua del mare.
Devo essere forte.

“Presto, te lo prometto,
presto cambieranno le cose”
gli affero le mani,
quelle mani piccole, 
inermi
ma calde,
“Presto tornerai a giocare a calcio
che ruolo fai?”
gli chiedo.
“Difensore dottore”
Il difensore è un ruolo difficile
ma solo i più forti lo fanno.
“Anche lei è forte dottore
anche lei difende,
difende le persone”.

Come si può immaginare della cattiveria,
se vista, la vita,
dagli occhi di un bambino
e come chi
per lui sceglierebbe
mai il suo destino.

Anime e ghiaccio 
mi trasparono gli occhi
sta cascando il mondo
ma adesso non piango.